Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso Informazioni Ok

News

ULTRASUONO


Gli ultrasuoni si diffondono sotto forma di onde di compressione-decompressione con un  movimento di 'va e vieni' delle particelle del mezzo di trasmissione, parallelo alla direzione delle onde di propagazione.

L’energia ultrasonora viene assorbita dal tessuto ed è alla fine convertita in calore. L’interazione degli ultrasuoni con i tessuti biologici produce effetti meccanici, termici, chimici e di cavitazione.

La terapia con ultrasuoni può essere somministrata con due modalità diverse: a contatto diretto, con testina mobile o fissa, e ad immersione.


Indicazioni terapeutiche:


Tutte le patologie dell’apparato locomotore in cui si desidera un effetto antalgico.  E’ utile per migliorare l’efficacia delle sedute di chinesiterapia.


Controindicazioni:


Si sconsiglia l’uso in presenza di mezzi di sintesi metallica e di protesi articolari. E’ controindicata in caso di processi flogistici acuti, neoplasie, lesioni cutanee ed alterazioni della sensibilità.

Va evitata in corrispondenza dei globi oculari e della zona pelvica in caso di gravidanza. Particolare cautela va posta nel trattamento di aree in prossimità del midollo spinale dopo intervento di laminectomia.

La terapia va evitata in corrispondenza dell’area cardiaca per la possibilità di interferenza sulla conduzione e contrazione cardiaca; è da evitare l’esposizione diretta dei pace-maker o di altre apparecchiature elettromeccaniche impiantate per i possibili danni permanenti che ne possono derivare.