La riabilitazione perineale affronta tutte le problematiche che colpiscono il pavimento pelvico o perineo, nonchè quella parte del corpo situata alla base del bacino che comprende tutto il comparto uroginecologico.

Attraverso questa terapia la paziente con l’aiuto della terapista impara a prendere coscienza e ad utilizzare questa muscolatura, con il fine di risolvere problematiche riscontrate dalla paziente.

Si consiglia questo tipo di riabilitazione nei casi di:

– Prolassi vescicali e dell’utero;

– Incontinenza urinaria;

– Incontinenza fecale;

– Sessualità dolorosa o insoddisfacente;

– Vaginismo;

– Preparazione al parto, per ottenere un perineo elastico e facilitato nell’apertura durante il parto;

– Nel post-partum, per prevenire le problematiche perineali e ristabilire un equilibrio muscolare della parte.

Le sedute di riabilitazione perineale vengono eseguite individualmente con la terapista a seguito di una valutazione muscolare eseguita dalla stessa con la paziente in posizione ginecologica, tramite ispezione intravaginale, è una valutazione non invasiva nè dolorosa necessaria per valutare la quantità e la qualità della contrazione muscolare, al fine di concordare con la paziente il piano di trattamento più consono alla sua problematica.

I trattamenti non vengono eseguiti durante il ciclo mestruale.

La rieducazione perineale non presenta controindicazioni.

Se vuoi saperne di più visita il sito:

http://magazinedelledonne.it/ginecologia/content/1901705-perineo-tutto-quello-che-c-e-da-sapere#1