La terapia TENS è la tecnica di elettroterapia più utilizzata in fisioterapia. Nel centro di fisioterapia e riabilitazione Busetto & Pontel a Pordenone viene impiegata con finalità analgesico-antalgiche come parte della terapia del dolore.

TENS è acronimo dell’inglese “Transcutaneous Electric Nervous Stimulation” (stimolazione elettrica transcutanea nervosa).  La tecnica TENS consiste nell’applicare sulla cute, per mezzo di placche elettroconduttive, dei particolari impulsi elettrici che eccitano unicamente le fibre nervose della sensibilità tattile, che si trovano proprio sotto la pelle.

Gli impulsi nervosi così prodotti risalgono verso il midollo spinale attraverso i nervi sensoriali, e bloccano in questo modo ”la porta di ingresso al dolore”: tale processo è denominato “gate control”. Allo stesso tempo, l’elettroterapia comanda al mesencefalo di produrre le betaendorfine, delle sostanze fisiologiche che hanno effetti simili a quelli della morfina e che completano l’azione analgesica.

La terapia TENS deve essere eseguita esclusivamente da personale altamente qualificato e specializzato, come quello che opera presso il centro di fisioterapia e riabilitazione Busetto & Pontel a Pordenone. Infatti, se non si calibra perfettamente l’intensità degli impulsi possono essere provocate delle contrazioni muscolari che compromettono i risultati della terapia.

Applicazioni della terapia TENS

L’elettroterapia si rivela particolarmente indicata in fisioterapia per il trattamento di dolori localizzati (non da causa infettiva) di tipo reumatico, osseo o nervoso: lombalgie, dorsalgie, sciatalgie, cervicalgie, distorsioni, lussazioni, contusioni, crampi muscolari, stiramenti muscolari, nevriti e emicranie. L’elettroterapia può inoltre offrire giovamento in caso di dolori post-chirurgici e post-partum.

Controindicazioni della terapia TENS

Gli impulsi TENS non sono indicati per portatori di stimolatori cardiaci e donne in stato di gravidanza o allattamento; inoltre, particolare attenzione deve essere posta nei soggetti con turbe del ritmo cardiaco.

È sconsigliato l’utilizzo dell’elettroterapia sulla parte anteriore del collo, perché potrebbe evocare uno spasmo laringeo. Gli elettrodi non devono essere posizionati sopra ferite, piaghe o in zone di alterata sensibilità: si prega di indicarne la presenza al fisioterapista.

 

Per ulteriori informazioni potete contattare il centro di fisioterapia e riabilitazione Busetto & Pontel a Pordenone:

pagina contatti