Analisi statica:

L’appoggio plantare viene rilevato con il sistema Baropodometro Elettronico Modulare, costituito da un camminamento deambulatorio e da una piattaforma di rilevazione (dove ci sono migliaia di sensori attivi) interfacciato ad un software di acquisizione.

Il paziente viene fatto salire sulla piattaforma in posizione naturale e rilassata (fermo per 5-10 secondi), per valutare la postura di base in ortostatismo, visualizzata attraverso il calcolo medio delle oscillazioni del soggetto durante il tempo di acquisizione e con conseguente individuazione delle aree di maggiore/minore carico.

 

Analisi dinamica:

Successivamente è invitato a camminare sulla pedana per effettuare l’esame dinamico. L’acquisizione è visualizzabile dal primo contatto, sino al termine della deambulazione. Questa indagine, che individua le sinergie funzionali durante il movimento, viene ripetuta più volte per individuare deficit deambulatori e dell’equilibrio.

Nello studio dello svolgimento del passo sono elaborati i centri di pressione di ciascun piede, suddivisi in fotogrammi per evidenziare il rotolamento dal retropiede allo stacco dell’avampiede (fasi dell’appoggio), valori numerici di superficie e carico, tempi di reazioni vincolari al suolo e risultanti baricentriche.

Per maggiori info consulta il sito:

www.diasu.com