Baropodometro

Analisi statica.

Il test baropodometrico consente di rilevare l’appoggio plantare. In particolare, il centro di fisioterapia e riabilitazione Busetto & Pontel a Pordenone si serve del sistema Baropodometro Elettronico Modulare, costituito da un camminamento deambulatorio e da una piattaforma di rilevazione collegata a migliaia di sensori attivi; l’intero sistema è inoltre interfacciato a un software di acquisizione all’avanguardia.

Il paziente viene fatto salire sulla piattaforma in posizione naturale e rilassata: deve restare fermo per 5-10 secondi. Ciò consente di osservare la postura di base in ortostatismo, valutata attraverso il calcolo medio delle oscillazioni del soggetto durante il tempo di acquisizione, ed inoltre permette di individuare le aree di maggiore/minore carico.

 

Analisi dinamica.

La seconda fase del test baropodometrico, l’esame dinamico, prevede che il paziente cammini sulla pedana. Questa indagine analizza le sinergie funzionali durante il movimento, e viene ripetuta più volte così da facilitare il riconoscimento di eventuali deficit deambulatori e dell’equilibrio.

Il sistema acquisisce i dati sin dal primo passo, e raccoglie numerose informazioni sino al termine della deambulazione. Lo svolgimento del test baropodometrico individua i centri di pressione di ciascun piede, suddivisi in fotogrammi per evidenziare il rotolamento dal retropiede allo stacco dell’avampiede (fasi dell’appoggio), ed inoltre registra valori numerici che descrivono la superficie di appoggio e il carico, i tempi di reazioni vincolari al suolo e le risultanti baricentriche.

Per maggiori informazioni potete contattare il centro di fisioterapia e riabilitazione Busetto & Pontel a Pordenone:

pagina contatti

oppure consultate il sito:

www.diasu.com